Home ArticoliPerformance CrossFit per neofita. Come muovere i primi passi

CrossFit per neofita. Come muovere i primi passi

by Stefano Di Francesco

Iniziare a fare CrossFit per un neofita non è una cosa semplice. O meglio, bisogna avere delle dritte giuste per non cadere in situazioni spiacevoli: infortuni, cattivo approccio tecnico, ecc…

Il Crossfit è una disciplina complessa ed ha bisogno di un ingresso guidato e coscienzioso.

Prima di iniziare qualsiasi attività sportiva, bisogna sapere dove andare ed a chi rivolgersi.

In queste righe spero di darvi tutte le info per entrare in questo fantastico mondo nel modo migliore

CROSSFIT PER NEOFITA – DA DOVE INIZIAMO?

Il primo step per intraprendere questo sport è senza dubbio scegliere il box giusto e per farlo ci sono alcune informazioni che dovrete assolutamente conoscere, vediamo quali sono.

Il corso On-ramp è un corso introduttivo di poche lezioni, solitamente individuali, atti all’ambientamento e all’insegnamento delle basi e della logistica del CrossFit.

Per un neofita che si approccia al CrossFit è sicuramente indispensabile ed è importante che coinvolga tutte le aree dell’attività che si sta per intraprendere.

Deve quindi trattare il sollevamento pesi, la ginnastica e anche i monostrutturali con un bel occhio di riguardo al rower.

Altri segnali importanti per la scelta del box possono essere:

  • la presenza di attrezzatura variegata e ridondante, in modo da essere sicuri che durante le lezioni, si svolgano il maggior numero di esercizi possibili.
  • ci sia un sistema di prenotazioni per evitare sovraffollamenti e anche la disponibilità di orari.

Una volta affidati a una determinata struttura, a quel punto bisogna iniziare a muovere i primi passi veramente e per farlo, bisogna affidarsi alle “cure” del personale e con questo intendo seguire alla lettera tutti i suggerimenti dei trainer.

LE PERSONALITA’ TIPICHE DEL NEOFITA

Il neofita crossfitter che inizia a seguire le classi, determina diversi scenari tipici, dipendenti dalle personalità individuali che per comodità divideremo in tre:

  • il timoroso
  • l’impavido
  • l’indisciplinato

Una volta affidati a una determinata struttura a quel punto bisogna iniziare a muovere i primi passi veramente, e per farlo bisogna affidarsi alle “cure” del personale e con questo intendo seguire alla lettera tutti i suggerimenti dei trainer.

IL TIMOROSO

Il timoroso è il neofita che alla vista di un qualunque esercizio che utilizzi più del 50% dell’escursione articolare di una qualsiasi articolazione, si spaventa e inizia a compiere vari errori che poi segneranno per sempre il suo percorso.

Primo fra tutti il non eseguire più il movimento in tutta la sua interezza e, se è presente, un sovraccarico diminuirlo al minimo tanto da non avere uno stimolo allenante. Oppure utilizza carichi tanto bassi, da rendere poco produttivo il percorso futuro di apprendimento del movimento stesso.

Ad esempio, se vado ad eseguire una alzata olimpica con un peso infimo, rischio di utilizzare meccanismi e contrazioni muscolari ben lontani da quelli esplosivi, propri del movimento. Il peso ridotto, non stimola l’individuo ad impegnarsi e ad eseguire correttamente la finalità dell’esercizio, poiché riesce comunque a portarlo a termine.

Il peso va dal punto A al punto B, ma non con il percorso corretto.

Chi si ritrova in questo scenario, molto spesso poi tende a sottostimare le proprie capacità, un po’ per pigrizia, un po’ per paura e di conseguenza quando dovrà fare workout ad alta intensità, si troverà a credere di non riuscire a farlo, limitandosi, oppure peggio ancora, si limiterà preventivamente già all’idea della difficoltà che dovrà affrontare.

L’IMPAVIDO

L’impavido è colui il quale, magari ex-sportivo o giovane e aitante. Tende a sottovalutare ogni movimento e ogni workout per vari motivi, perché magari vedere altre persone riuscire a farlo facilmente, non considerando il tempo di allenamento di quest’ultimi.

Il risultato di un comportamento di questo tipo è nel breve termine vedersi migliorare rapidamente, ma di solito questo comporta imparare i movimenti in maniera sbagliata e soprattutto può portare ad infortuni che poi in realtà a lungo termine determinano un rallentamento del miglioramento.

La fretta non è mai una buona amica quando si tratta di apprendimento, ma anche nell’approccio dei workout. Infatti si vedono spesso neofiti storcere il naso di fronte a diminuzioni di sovraccarichi rispetto alle consegne prescritte che è sempre importante rispettare.

L’INDISCIPLINATO

Quando ci troviamo di fronte l’indisciplinato, invece, ci troviamo di fronte a colui che spesso e volentieri, non rispetta le consegne sia a ribasso che in rialzo.

Questo scenario comprende i neofiti ritardatari, che saltano o non eseguono correttamente i warm up o le progressioni tecniche e soprattutto coloro che non rispettato l’ambiente e il trainer.

Su questo scenario è ovvio quali possano essere le conseguenza negative e non credo ci sia bisogno di aggiungere altro.

Queste tre possibilità possono essere un monito per chi sta iniziando sul come comportarsi e su come muoversi nelle classi, e cosa potreste sbagliare se vi riconosceste in una di esse.

CONCLUSIONI

CrossFit per un Neofita?

Qual è il miglior modo per muovere i primi passi?

Come avete capito, il miglior modo è evitare fin da subito di prendere la via sbagliata e di ritrovarsi in un box sbagliato o ad essere il protagonista funesto di uno degli scenari che prima abbiamo sviscerato!

Usate sempre la testa e fatta la scelta, fidatevi del vostro trainer!

You may also like

Lascia un Commento