L’obbiettivo di uno strongman è essere forte.

Forte e preparato a tutto.

Ma qual è la prova più importante per uno Strongman?

Comunque, c’è una prova che è più importante delle altre: l’Overhead Press.

Questo tipo di evento è la più importante sfida e dimostrazione di forza in una competizione strongman, ma non

fraintendetemi, non è necessario eccellere in questa prova rispetto alle altre.

Sicuramente, per essere un vero Strongman servono delle gambe molto forti e una schiena imponente, anche se

questo tipo di evento non lo richiede esplicitamente.

Molti di voi, sicuramente, penseranno ”ma è lo stacco la prova di forza per eccellenza!”.

E questa affermazione è sicuramente vera, perchè molti degli eventi strongman, sono di afferrare qualcosa e

staccarlo da terra. Di conseguenza, anche in tutte le altre varianti che si possono trovare, come i farmers walk o la

atlas stones, power stairs, cleans, tyre flip, ecc…

Però, in quasi tutte le gare, troviamo un press e spesso lo troviamo in forme diverse, magari anche con due

attrezzature differenti, perché è l’esercizio primario per provare la forza dell’upper nello strongman.

Considerate che al World’s Strongest Man, troviamo sia alle qualifiche che alla finale, prove di Overhead, e in due

forme diverse, come ad esempio l’axle bar e il log lift.

 

Le varianti dei Press

Vediamo quindi le varianti dei press che nel mondo dello strongman:

 

  • Log press
  • Axle clean and press
  • Dumbell clean and press
  • Viking press
  • Keg clean and press
  • Block clean and press
  • Natural stone clean and press

 

Tutte queste prove, possono essere impostate per ripetizioni, per massimale, in un medley, dove l’atleta dovrà

concludere, un numero prefissato di ripetizioni nel minor tempo possibile. Quindi bisogna essere pronti ed allenati

in ogni modo, specialmente se in un medley si ha a che fare con due diverse prove con altrettante attrezzature.

Lo stacco non ha così tante varianti. Si possono avere diverse altezze e diversi bilancieri, ma il divario tecnico da

affrontare tra una tipologia e l’altra, non è minimamente paragonabile, a quello che si ha tra log lift e un axle. Per

fare un altro esempio, pressare una natural stone, è completamente diverso rispetto a pressare un log o un’axle.

 

Quindi come diventare efficienti in questi eventi?

Il primo passo è cercare di avere a disposizione le attrezzature, in modo tale da prendere confidenza ed affinare la

propria tecnica.

Ma per partire possiamo limitarci a un buon log e un’axle.

I press come il keg, i block, le natural stone, presentano un grip neutrale (comunemente detto nelle palestre presa a

martello) e non sempre simmetrico come il log. Comunque avere a disposizione un log o una swiss bar, aiuta ad

allenarsi con una presa che simula le altre alzate.

Un’altra cosa importante è allenare lo strict press con il log, o ancora meglio con delle barre come la swiss o football

bar che hanno il pregio di avere a disposizione il rom di movimento di un normale bilanciere.

La ragione principale è che così facendo, si costruisce una forza muscolare di spinta molto elevata, perché in molti

eventi non si ha sempre la possibilità di poter sfruttare il leg drive o il jerk ed è necessaria una forza brutale

dell’upper per poter essere competitivi in qualsiasi situazione.

Di certo non bisogna limitare gli allenamenti nella dinamica dello strict press, ma questo ne copre una bella fetta!

 

Come allenarsi

Il metodo di allenamento migliore, a mio avviso e anche secondo molti professionisti, è ruotare le intensità di

allenamento heavy, repetition e speed.

Così oltre che a fornire stimoli neurali e muscolari molto efficienti, per migliorare si è pronti a qualsiasi necessità venga richiesta, nelle varie modalità di gara.

Nello Strongman, queste modalità cambiano veramente spesso, tante volte senza nemmeno un preavviso!

Un altro consiglio che sento di darvi è che se siete alti e con le braccia lunghe e non avete le leve naturali per essere

dei grandi pressatori, concentrarvi sulla chiusura, può sicuramente aiutarvi.

 

Complementari

 

 

Una volta che avete programmato l’allenamento con i fondamentali, ci sono moltissimi complementari che possono

aiutarvi nel guadagno di forza su spalle e parte alta del corpo.

Alcuni di questi possono essere:

 

  • Panca inclinata con manubri o bilancieri
  • Panca piana
  • Board presses
  • Chiusure dal rack
  • Alzate laterali e frontali
  • Estensioni dei tricipiti
  • Pushdowns in tutte le varianti
  • Dips

 

Il tutto magari da fare con catene, elastici,…

 

Conclusioni

Quindi, in conclusione: essere forti negli eventi di press è fondamentale per uno Strongman.

Copre una gran parte degli eventi in gara ed è una dimostrazione di forza da non sottovalutare.

Cercate di procurarvi il maggior numero di attrezzature possibili e date il massimo negli allenamenti!

Ps: In questo articolo sono state affrontate in modo più che superficiale le tematiche della programmazione e

dell’esecuzione tecnica,  in favore della spiegazione logica e agonistica che c’è dietro a questa tipologia di evento.

Del resto ne parleremo nei prossimi articoli !

 

A cura di Carlo Ceglia e Geri Lorenzo

Carlo Ceglia

About Carlo Ceglia

Carlo Ceglia, nato a Udine il 18 Dicembre 1987 Educato a praticare sport fin da piccolo, ho toccato molti campi, passando dal basket al tennis, per poi darsi al nuoto, sport di combattimento e infine al rugby. Dopo una lunga pausa, un brutto incidente in moto si è avvicinato al mondo dei pesi. Prima come riabilitativo, per poi scoprire il fascino della forza, nel 2014. Prima nel powerlifting ma sentiva che mancava qualcosa.. quel qualcosa di affascinante, quella forza bruta, che da piccolo vedevo in tv, quegli uomini che tiravano camion e alzavano pietre! Tutto è cambiato quando ho conosciuto Lorenzo Geri che l’ha accolto nello Strongman Italia. Nel 2016 vince il campionato rookie, passando al mondo Professionista. Ad oggi fa parte della categoria Pro Open, (dati i miei 140kg per 1.93m) ed è nella squadra nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *